Hot Best Seller

Le stagioni del Commissario Ricciardi n. 3: Il posto di ognuno

Availability: Ready to download

Un caldo torrido attraversa la Napoli del 1931. L’omicidio della duchessa di Camparino costringe il commissario Ricciardi e il brigadiere Maione ad attraversare luoghi sconvolti da una temperatura quasi infernale, alla disperata ricerca di un misterioso anello scomparso che potrebbe condurli sulle tracce dell’assassino.


Compare

Un caldo torrido attraversa la Napoli del 1931. L’omicidio della duchessa di Camparino costringe il commissario Ricciardi e il brigadiere Maione ad attraversare luoghi sconvolti da una temperatura quasi infernale, alla disperata ricerca di un misterioso anello scomparso che potrebbe condurli sulle tracce dell’assassino.

18 review for Le stagioni del Commissario Ricciardi n. 3: Il posto di ognuno

  1. 3 out of 5

    Antonella

    Come storia è forse quella che mi è piaciuta di meno rispetto alle altre fino ad allora pubblicate. Che poi la scrittura magistrale di De Giovanni la valorizzi, è tutto un altro discorso. La mia valutazione sul romanzo all'epoca fu infatti, manco a dirlo, di cinque stelle (o quasi). Ma veniamo a questa graphic novel, la terza della serie del Commissario Ricciardi. Cambia nuovamente lo sceneggiatore (questa volta è Paolo Terracciano) e cambia il disegnatore: la grafica è affidata infatti ad Alessan Come storia è forse quella che mi è piaciuta di meno rispetto alle altre fino ad allora pubblicate. Che poi la scrittura magistrale di De Giovanni la valorizzi, è tutto un altro discorso. La mia valutazione sul romanzo all'epoca fu infatti, manco a dirlo, di cinque stelle (o quasi). Ma veniamo a questa graphic novel, la terza della serie del Commissario Ricciardi. Cambia nuovamente lo sceneggiatore (questa volta è Paolo Terracciano) e cambia il disegnatore: la grafica è affidata infatti ad Alessandro Nespolino. La base data da Daniele Bigliardo nel primo numero non si può cambiare, e Nespolino ne rispetta i termini, non senza fatica, temo. Per il resto il suo è un lavoro bello, pulito e netto. Oltre tutto la base del giallo scelta per le tavole enfatizza forme, tratti, luci ed ombre, sia per quel che riguarda i personaggi, sia per gli ambienti, che siano essi chiusi e limitati, oppure aperti e prospettici. Sono curati tutti i più piccoli particolari: sicuramente un lavoro enorme, sia di ricerca che di realizzazione. Perfettamente in linea con i tempi anche i capi di abbigliamento rappresentati. Promosso! Poteva essere altrimenti? 🆕 2018

  2. 3 out of 5

    Dodecafrigio

  3. 3 out of 5

    Carlo

  4. 4 out of 5

    Redderationem

  5. 5 out of 5

    Giusy

  6. 4 out of 5

    Monia Marchettini

  7. 5 out of 5

    Cristina Di Matteo

  8. 5 out of 5

    Celauro Daniele

  9. 5 out of 5

    carlo_fumetti

  10. 5 out of 5

    Rossana

  11. 3 out of 5

    Salvatore Maddaluno

  12. 4 out of 5

    Michele Stufano

  13. 4 out of 5

    Marina

  14. 4 out of 5

    Mehriban

  15. 3 out of 5

    Michela Angeloni

  16. 4 out of 5

    Peter

  17. 5 out of 5

    Carlo

  18. 5 out of 5

    Arybo ✨

Add a review

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading...
We use cookies to give you the best online experience. By using our website you agree to our use of cookies in accordance with our cookie policy.